BMW Finale 1000
La moto è stata ricostruita sulla base di una BMW K100 RS del 1985 acquistata a Finale Emilia in perfetto stato di marcia e conservazione.
Gli interventi estetici e le modifiche effettuate sulla moto hanno riguardato principalmente la parte posteriore del telaio, più rastremata e parallela all'asfalto. Gli steli delle forcelle sono stati accorciati di 80mm per dare alla moto un aspetto ribassato e una maggiore rigidità. 

Per quanto riguarda l'estetica, la moto è stata spogliata delle carene originali per accogliere il nuovo serbatoio, la sella e il codino realizzati artigianalmente come un'unica monoscocca. Sono stati aggiunti i semi-manubri con manopole in cuoio ed è stato realizzato un cupolino in stile endurance anni '80. La ricca strumentazione di serie è stata rimossa per lasciare posto ad un quadro strumenti minimale e spartano con soli tre pulsanti: accensione, spegnimento e luci.
I cerchi in lega originali sono stati riverniciati di nero e spazzolati solo sulle nervature dei raggi. Il vecchio faro after-market di recupero è stato montato disassato sul lato sinistro della moto con una staffa artigianale. Gli interventi meccanici hanno contemplato la modifica dello scarico, trasformato in un 4 in 1 con silenziatore cromato di esigue dimensioni, avvolto nella benda termica nera, e la rimozione dell'air box, sostituito con un più performante filtro aria BMC. 

Anno di realizzazione 2012
ONLINE PRESS
Inazuma Cafe
BMW Finale 1000
La moto è stata ricostruita sulla base di una BMW K100 RS del 1985 acquistata a Finale Emilia in perfetto stato di marcia e conservazione.
Gli interventi estetici e le modifiche effettuate sulla moto hanno riguardato principalmente la parte posteriore del telaio, più rastremata e parallela all'asfalto. Gli steli delle forcelle sono stati accorciati di 80mm per dare alla moto un aspetto ribassato e una maggiore rigidità. 

Per quanto riguarda l'estetica, la moto è stata spogliata delle carene originali per accogliere il nuovo serbatoio, la sella e il codino realizzati artigianalmente come un'unica monoscocca. Sono stati aggiunti i semi-manubri con manopole in cuoio ed è stato realizzato un cupolino in stile endurance anni '80. La ricca strumentazione di serie è stata rimossa per lasciare posto ad un quadro strumenti minimale e spartano con soli tre pulsanti: accensione, spegnimento e luci.
I cerchi in lega originali sono stati riverniciati di nero e spazzolati solo sulle nervature dei raggi. Il vecchio faro after-market di recupero è stato montato disassato sul lato sinistro della moto con una staffa artigianale. Gli interventi meccanici hanno contemplato la modifica dello scarico, trasformato in un 4 in 1 con silenziatore cromato di esigue dimensioni, avvolto nella benda termica nera, e la rimozione dell'air box, sostituito con un più performante filtro aria BMC. 

Anno di realizzazione 2012
ONLINE PRESS
Inazuma Cafe