menu
Vibrazioni

Ducati Flamingo

A vederla così sembra uscita da un libro di Asimov o da un film anni ’80 sul periodo “post-guerra atomica”. Sotto il vestito una Ducati Scrambler.
Con la Flamingo è il turno dei bidoni provenienti dell’americana Texaco. I cerchi sono lenticolari e completamente neri con gomme Pirelli MT60 RS, adatte per l’uso stradale ma abbastanza tassellate per permettersi qualche fuori strada.
Del resto tutta la moto è votata per natura agli off-road. Lo scarico è un 2 in 1 realizzato a mano, con un terminale corto che arriva appena sotto la sella sul lato destro. La vera innovazione è la soluzione trovata assemblando il radiatore di raffreddamento con il faro anteriore. Le linee sono spezzate e grezze, ma non troppo taglienti. Il codone ricorda un Aprilia RSV, finendo sulla ruota posteriore e slanciando, di molto, le linee complessive della scrambler. I fianchetti laterali realizzati a mano avvolgono la pancia, soluzione quest’ultima permessa dal ricollocamento del raffreddamento.

Anno di realizzazione: 2016

ONLINE PRESS
blastingnews
moto ducati ru
bikeexif